Micah P. Hinson

Micah P. Hinson

Domenica 26 Novembre

 

Torna, dopo il grande successo riscosso questa primavera nel nostro paese, il cantautore folk statunitense Micah P. Hinson.

La musica di questo artista si caratterizza per un’abbondanza di testi schietti e sinceri che fanno di ogni sua canzone un capolavoro

Il 26 novembre il cantautore texano Micah P. Hinson sarà al Capitol, con un concerto intenso come pochi al mondo, per presentare il suo decimo LP, “I Lie to You
Cinque soli concerti in Italia per il cantautore folk , impegnato in un tour europeo per presentare il suo ultimo lavoro in versione live accompagnato dalla sua band.

Attraverso la sua musica Micah P. Hinson si traforma in un menestrello che racconta al suo pubblico numerose storie, ricche di sfaccettature diverse, utilizzando parole mai banali e piuttosto schiette. Il palcoscenico diviene così una casa accogliente in cui Micah si mette a nudo, connettendo la musica con la sua anima più profonda. Il termine trovatore viene utilizzato fin troppo facilmente oggi giorno, ma nessuno ne racchiude lo spirito del significato originale più di Hinson.

Ha 42 anni ma è come se avesse già vissuto mille vite Micah P. Hinson, di cui l’ultima ha trovato inaspettatamente nell’Italia il suo scenario. Più precisamente in Irpinia, dove il cantautore statunitense era stato invitato da Vinicio Capossela per il suo Sponz fest. Il contesto deve aver ispirato Hinson, che ha scelto di comporre e registrare lì il suo ultimo album.

Il nuovo album di Micah P. Hinson, “I Lie To You“, è, infatti, il risultato di cinque giorni e cinque notti di registrazione in una stanza spoglia come un osso in Irpinia e di un lavoro di produzione accuratissimo, da lucidatore di cristalli, di Alessandro Asso Stefana (Pj Harvey, Mike Patton, Vinicio Capossela).

“C’è sicuramente energia italiana in questo album, certamente, ma viene dalle persone che hanno deciso di circondarsi di me, di restare con me e di credere in me. Che è una delle cose più preziose che un essere umano può darti: sostegno e amore”

In queste nuove tracce Micah si mette a nudo e mostra la propria storia, nella trasparenza di queste canzoni gonfie di amore, di assenza e di rimpianto. Una voce rauca e segnata dalle intemperie, una musica vera e sincera ma struggente e poco rassicurante, un mix perfetto di amarezza e malinconia si intrecciano con l’alone di mistero e fascino che aleggia intorno alla sua figura. Il capitolo finale di una carriera che guarda nel passato. Con canzoni scritte tra l’adolescenza e i trent’anni, Micah narra i tempi più inquieti e gli anni recenti, sentendosi già rivitalizzato e libero da tutti i pensieri che lo tormentavano.

All’inizio del 2020, dopo aver pubblicato dieci album acclamati dalla critica e aver costruito una solida fanbase internazionale, Micah P. Hinson ha quasi abbandonato la sua carriera musicale, ripresa poi in mano durante la pandemia, nella quale l’artista ha approfittato del tempo libero per riflettere e ricalibrarsi.

Texano – ma nato a Memphis, “nello stesso ospedale dove morì Elvis”, si trasferisce da ragazzo ad Abilene in Texas, che lui definisce una “little, nothing town” – dotato di una voce profonda e calda, ha conquistato il pubblico mondiale con l’intimità di canzoni uniche, frutto di talento e di una vita turbolenta e sofferta.

Chiunque conosca un minimo la storia di Micah P.Hinson saprà sicuramente che ci sono state diverse volte durante la sua vita in cui si è andati davvero vicino ad un’apocalisse : morte e rinascita si sono alternate spesso nella sua carriera, che si trattasse di un grave infortunio alla schiena, un violento incidente stradale, la perdita temporanea dell’uso delle braccia, il tempo passato dietro le sbarre o quello passato in compagnia di personaggi bizzarri di ogni forma e dimensione.

La voce di Hinson arriva dal profondo, un profondo che è situato non solo vicino al diaframma ma soprattutto nell’animo e l’atmosfera intima del Capitol è il luogo ideale per godere della musica e della voce di Hinson e lasciarsi trasportare nella sua vita, nel suo pensiero, nel profondo sud americano.

“Ieri ero seduto su una sedia, stavo fumando una sigaretta, e mi sono reso conto che queste canzoni, e questo album, stanno uscendo alla luce del sole. È stato uno shock. Con la memoria che ancora mi assiste, ricordo i giorni in cui lavoravo nel Texas settentrionale, mi sentivo perso e non vedevo vie d’uscita-i quasi 20 anni di carriera si stavano trasformando in un vissuto ormai lontano. Le sensazioni che la mia musica e le mie canzoni mi hanno dato e mi danno, risalgono ai giorni e agli anni della mia giovinezza, le sto ritrovando oggi. E io sono qui per condividerle con voi.

 

Biglietti in prevendita on line 15 € + dp
In cassa 18 €
Apertura porte e bar ore 20:30
Inizio concerto ore 21:00

26 Novembre @ 21:00
21:00

Capitol

Biglietti

Did you like this? Share it!